statistiche siti web

Periodo refrattario: 6 fattori che ne influenzano la durata

Facebook
Twitter
LinkedIn

Dopo aver raggiunto l'orgasmo o l'eiaculazione, alcune persone sperimentano un periodo di soddisfazione sessuale chiamato periodo refrattario. Possono non sentire il desiderio né la capacità fisica di orgasmizzare di nuovo, preferendo riposare e recuperare dopo l'intensa attività sessuale. Scopri di più sul ciclo di risposta sessuale e sui fattori che influenzano la sua durata.

 

Cos'è il periodo refrattario?

Il periodo refrattario si riferisce ad un lasso di tempo nel ciclo di risposta sessuale che si verifica dopo l'orgasmo o l'eiaculazione, durante il quale una persona non risponde (fisiologicamente o psicologicamente) alla stimolazione sessuale ed è incapace di avere un orgasmo. Durante questo periodo, la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca diminuiscono, il cervello rilascia ormoni, come la prolattina o l'ossitocina, e i livelli di dopamina si abbassano per promuovere il riposo e il recupero. Tutte le persone, indipendentemente dal sesso, sperimentano un periodo refrattario, che dura da pochi secondi fino a 24 ore.

I termini "periodo refrattario assoluto" e "periodo refrattario relativo" sono talvolta confusi con il periodo refrattario nella sessualità umana. Questi termini descrivono il potenziale d'azione delle cellule muscolari o dei neuroni nel cervello e non sono collegati al periodo refrattario dell'eccitazione sessuale dopo l'orgasmo.

 

6 fattori che influenzano la lunghezza del periodo refrattario

Vari fattori possono influenzare la lunghezza del periodo refrattario.

Libido e livello di eccitazione. Se hai una libido elevata o senti un'eccitazione elevata durante un particolare incontro sessuale, puoi sperimentare un periodo refrattario più breve, permettendoti di raggiungere l'orgasmo molto prima dopo un orgasmo precedente.

Funzione sessuale. Una sana funzione sessuale può spesso aiutare a superare più rapidamente la vostra refrattarietà. Al contrario, se sperimentate una disfunzione sessuale (come la disfunzione erettile o la difficoltà a produrre lubrificazione), è più probabile che abbiate difficoltà ad avere un orgasmo subito dopo un precedente climax, e il vostro corpo potrebbe aver bisogno di aspettare più a lungo prima di eccitarsi di nuovo.

Salute generale. Gli individui sani che mangiano una dieta equilibrata e si impegnano in un regolare esercizio fisico hanno maggiori probabilità di avere periodi refrattari più brevi rispetto a quelli che mangiano costantemente cibi malsani o non fanno regolarmente esercizio.

Età. In generale, gli individui più giovani hanno periodi refrattari più brevi di quelli più anziani. Entro i 40 anni, molte persone sperimentano cambiamenti nella loro libido, nei livelli ormonali e nella funzione sessuale che possono estendere il loro periodo refrattario.

Genitali. Come regola generale, il periodo refrattario maschile è più lungo di quello femminile. Il range medio per gli uomini è tra pochi minuti e due ore prima che possano eiaculare di nuovo; per le donne, è tra pochi secondi e pochi minuti prima che possano raggiungere un altro climax.

Tipo di esperienza sessuale. La ricerca mostra che il tipo di esperienza sessuale in cui una persona si impegna può influenzare la durata del suo tempo di recupero. Se ti dedichi alla masturbazione da solo, il tuo periodo refrattario può essere solo di pochi secondi, mentre il tuo periodo refrattario può essere più lungo se ti dedichi a un rapporto sessuale in coppia.

 

Se il periodo refrattario dura troppo a lungo, anche giorni, allora si parla di calo di desiderio. A questo proposito possono essere utili gli integratori sessuali, come quelli che trovi su uomoalpha.it: si tratta di integratori ricchi di estratti vegetali efficaci contro la riduzione della libido, ma anche eiaculazione precoce, erezione debole, disfunzione erettile e prostatite.

Continua a esplorare

Cos’è il fetish e chi lo pratica

Il feticismo rientra sempre più tra le abitudini sessuali maggiormente diffuse ma non ha ancora perso del tutto quell'accezione perversa che si è soliti attribuirgli.Infatti molto

Donne vogliose online, ecco come trovarle!

Quando si parla di donne vogliose e ninfomani, occorre avere quella panoramica generale che permette di trovare con grande facilità questa categoria